Articoli

Nebraska War: Report Vincitore Del Main Event Modern

Ciao a tutti ragazzi, mi chiamo Alessio Fedi ed oggi sono qui per parlarvi del mazzo del momento, con il quale sono riuscito a strappare la vittoria all’ultimo Nebraska’s War durante il main event modern, ovvero UR Phoenix!

Prima di parlarvi del mazzo, dei suoi tips e del sideboard plan ci tengo a raccontare di come sono arrivato alla lista che mi ha permesso di chiudere il torneo da imbattuto (con una sola sconfitta dovuta ad un incredibile match loss sul 5-0 per not show), partendo dalla lista vincitrice dello SCG open a Baltimora, a cura di Ross Merriam:

(60)
 Flooded Strand
 Island
 Mountain
 Polluted Delta
 Scalding Tarn
 Spirebluff Canal
 Steam Vents
 Arclight Phoenix
 Crackling Drake
 Monastery Swiftspear
Thing in the Ice
Chart a Course
Faithless Looting
Gut Shot
Izzet Charm
Lightning Axe
Lightning Bolt
Manamorphose
Opt
Serum Visions
Thought Scour

Sideboard:

(15)
Abrade
Alpine Moon
Anger of the Gods
Ceremonious Rejection
Dispel
Ral, Izzet Viceroy
Spell Pierce
Surgical Extraction

A 3 giorni dall’evento vedo questa lista e me ne innamoro. Benché Thing In The Ice sia una carta che a prima vista mi faccia un pochino storcere il naso a causa della grande spesa di risorse che sottende al poterla girare nel: Awoken Horror, dopo un paio di partite mi ritrovo sbalordito da quanto questa carta, oltre ad essere sinergica col piano del mazzo, sia davvero devastante nei match up contro mazzi a base di creature, come ad esempio Humans e Spirits. La prima modifica che vado ad apportare è l’eliminazione delle 2 Monastery Swiftspear in favore di 2 Thoughtscour in più: purtroppo la motivazione è semplice, non conosco il mazzo e ho paura di non essere in grado di massimizzare questa carta, preferendo la solidità e la certezza di poter girare Thing In The Ice e rianimare le mie fenici piuttosto che giocare 2 creature di cui non capisco appieno il significato.
La seconda modifica che vado ad approntare è la rimozione del mono Izzet Charm e del mono Chart A Course : 2 è un costo di mana convertito che al mazzo non piace moltissimo salvo che non sia per giocare Manamorphose, che è praticamente una carta gratis; inoltre durante i test questi peschini non mi hanno impressionato, salvo Izzet Charm che comunque ritengo una carta molto situazionale. Sono molto combattuto sul come riempire questi due slot e fortunatamente vengono in mio soccorso due dei miei compagni di squadra Guglielmo Famiani e Giulio Pasqui, suggerendomi rispettivamente un 1x di [mtg_car]Blood Moon[/mtg_card] e 1x di pyromancer ascension, rivelandosi scelte azzeccatissime.

Per quanto riguarda la sideboard ho optato per uno spudorato netdecking di quella di Merriam, salvo per la sostituzione di Alpine Moon in favore del quarto Crackling Drake per rispondere alle numerose carte che mi aspettavo contro cimitero e della seconda Blood Moon, perché come dice un antico detto “tciu blood moon is megl ch uan”.

(61)
Arclight Phoenix
Thing In The Ice
Crackling Drake
Opt
Serum Visions
Thought Scour
Gut Shot
Blood Moon
Pyromancer Ascension
Faithless Looting
Lightning Bolt
Manamorphose
Lightning Axe
Scalding Tarn
Polluted Delta
Flooded Strand
Spirebluff Canal
Steam Vents
Island
Mountain

Sideboard:

(15)
Abrade
Blood Moon
Cracklin Drake
Anger of the Gods
Ceremonious Rejection
Dispel
Ral, Izzet Viceroy
Spell Pierce
Surgical Extraction

Una volta pronto, alle 3 di mattina listo il mazzo a casa di Famiani e dopo le sempre comode 2 ore e 12 minuti di sonno, ci avviamo prepotentemente alla volta di Lucca, io per il main event modern, lui per il pptq sealed di Ultimate Master. Giunti alla location, dopo tutti i saluti di rito e un parcheggio molto gangsta fuori dalla location del torneo si parte, 262 giocatori pronti a darsi battaglia!

Turno 1: Mirror Match 2-1

Ebbene sì, al primo turno prendo uno dei pochi mirror match. Tutto bene se non fosse che il mio avversario è il mio amico Giulio Pasqui! Un po’ amareggiato per incontrare al primo turno un mio amico, nonché uno dei giocatori a mio avviso più forti in sala, iniziamo: G1 vinco il dado e parto molto forte con una fenice di secondo turno, vedendo il mio avversario un po’in difficoltà nel trovare minacce per rispondere alla mia pressione arrivata decisamente troppo presto. Conosco la lista di Giulio, so che gioca 3 Pyromancer Ascension di main e 4 Remand che credo verranno sidati out: sido dentro 2 Dispel, 2 Surgical Extraction e 1 povero Spell Pierce per cercare di rispondere alla sua possibile Pyromancer Ascension giocata  di secondo turno.
Iniziamo la seconda partita e proverbialmente arriva Pyromancer Ascension
 di terzo alla quale io non ho risposta; il turno dopo il buon Giulio provvede a portarla a 2 segnalini carica e, dopo un’iniziale difficoltà nel trovare delle fenici, attraverso milioni di peschini copiati perisco sotto i colpi di 2 fenici e un imprecisato numero di Lightning Bolt tutti presi sulle gengive.
Nella terza partita parto forte, con una mano che propone una fenice di terzo turno coperta da Dispel e Surgical Extraction, risolvendo la partita in un momento cruciale, in cui il mio avversario controlla una Thing In Tthe Ice con 2 segnalini: io propongo una serie di peschini e un Faithless Loothing che scarta altre 2 Arclight Phoenix, dichiaro fase di attacco e Giulio fa Surgical Extraction sulle fenici, andando così a tre e con un solo mana disponibile. Io ho in mano un Lightning Bolt e un Dispel, gioco Lightning Bolt scegliendo il mio avversario come bersaglio, il quale tenta un Dispel cheavrebbe fatto girare Thing In The Ice al quale fortunatamente ho risposta col mio Dispel. Un po’ dispiaciuto dell’incontro fratricida al primo turno vado sull’1-0.

Turno 2: Merfolks. 2-0

Risultati immagini per thing in the ice

Si fa un salto nel 2014 con un ritorno di tonni alla ribalta! Ritengo che sia un match up leggermente favorevole in quanto in questo match up Thing In The Ice la fa da padrona, essendoci davvero poche risposte se non qualche sporadica copia maindeck di Dismember. Purtroppo c’è poco da dire, nel primo game vinco il dado, [mtg_cardThing In The Ice [/mtg_card] giocata di secondo turno, la giro il turno successivo accompagnata da due fenici e la chiudo con due il turno successivo.
Nella seconda partita il mio avversario va subito in screw e ho tutto il tempo di chiudere dopo aver pronta un [mtg_card]Anger Of The Gods
+Thing In The Ice. 2-0.

Turno 3: Mardu Hollow One 2-0

Ragazzo simpaticissimo, vince il dado e parte subito terra Flameblade Adept. Dopo aver risposto con un Lightning Bolt, stappo, propongo Thing In The Ice e una volta flippata, complici anche i danni che hollow one è costretto a farsi per andare a pieno regime, porto il primo game a casa. Prima di sidare noto una Sacred Foundry, preparandomi a una Defiang Clarion. In G2 succede l’impensabile: il mio avversario mulliga a 6, decide di tenere la sua mano, scry in fondoe, senza aver fatto nulla, mi fa “passo”. Io rimango un po’ perplesso e vinco senza che il mio avversario riesca mai ad entrare in partita. 3-0

Turno 4: Hardened Scales 2-0

Risultati immagini per walking ballista art

Qui le cose cominciano a farsi serie, il match up credo sia piuttosto sfavorevole in G1. Vinco il dado e dopo ben 4 Lightning Bolte 3 Thing In The Ice riesco a portare a casa il primo game senza che il mio avversario veda un Arcbound Ravager, che insieme alla Walking Ballista sul tavolo e al Animation Module mi avrebbe portato a una morte decisamente veloce.
Nella seconda prtita il mio avversario si svuota la mano proponendo solo un Archbound Worker, Welding Jar, Hardened Scales e un Mox Opal, prendendo un Lightning Bolt su Arcbound Worker in risposta alla sua Walking Ballista il turno successivo.
La partita va un po’ per le lunghe, io propongo due fenici e il mio avversario commette un errore: lui controlla una Wakling Ballistacon 6 segnalini ed è a 11 punti vita, con Welding Jar ormai andata per salvare Walking Ballistada un precedente Abrade. Entro in fase di combattimento, rianimo due fenici; lui decide di ucciderne una e andare a 8. Io ho in mano un Lightning Bolt e unGut Shot: faccio Lightning Boltsu Walking Ballista, lui lo fa risolvere. A quel punto decido di uccidere la Walking Ballistacon Gut Shot in quanto ormai la Walking Ballista non può più sbarazzarsi della mia fenice. Eliminata l’unica minaccia del mio avversario, il turno dopo rianimo la fenice andata al cimitero il turno precedente e riesco a chiuderla. 4-0.

Turno 5: Bw Eldrazi & Taxes. 2-0

Il cammino è ancora lungo per crederci, mi siedo al tavolo e mi presento con un ragazzo versigliese simpaticissimo! In questo match up le mie mono copie brillano davvero, speriamo di vederle! Vinco il dado, terra, Serum Visions e indovina chi viene a cena? Dalla cima trovo una Pyromancer Ascension, decido di lasciarla senza sapere contro chi fossi, sperando di non essere contro un aggro spinto. Lui parte fastland bianco nera passo, quindi non capisco subito di esser stato fortunato a lasciare quella carta in cima, che dopo due turni si carica, facendomi pescare praticamente tutto il mazzo e chiudendo con 12 carte in mano.
Nella seconda partita sido, tolgo una fenice perché mi aspetto mole carte contro il cimitero, visto che molti suoi eldrazi giocano sul rimettere le carte dall’esilio nel cimitero sidando dentro Crackling Drake e ovviamente la seconda Blood Moon.
Parte lui con Aether Vial, io riesco a rispondere con Abraedopo due turni, per proporre una Blood Moon che chiude definitivamente la partita. 5-0.

Turno 6: Bant Spirits.

Risultati immagini per spell queller

Incredibile, basta vincere le prossime due per essere dentro! Purtroppo non sento la chiamata dei pairings e arrivo con 1 minuto di ritardo e affannato al tavolo. Mi siedo e tiro fuori di fretta tutto per giocare. Vinco 2-0 abbastanza rapidamente, ma al momento di andare a firmare la slip succede il disastro: il mio nome non c’è! Chiamiamo un judge e scopro di essermi seduto al tavolo sbagliato a causa della fretta, e il mio avversario aveva lo stesso nome del ragazzo contro cui avrei dovuto giocare, portandomi ad un inevitabile match loss per not show. Sono davvero abbattuto, dentro di me sto malissimo, rischio di rimanere fuori dalla top8 per una mia leggerezza davvero imperdonabile, ma non c’è tempo, devo riprendermi e provare a vincere le prossime due! 5-1.

Turno 7: Bw Eldrazi & Taxes  2-0

Prima del settimo turno non solo tutto il mio team, ma anche i vari ragazzi che sono venuti a conoscenza della mia storia vengono da me per abbracciarmi, motivarmi e farmi forza. È stata una sensazione davvero indescrivibile ricevere così tanto affetto, sono pronto per giocarmela fino all’ultimo! So cosa gioca il mio avversario e, per correttezza, gli dico cosa gioco. Vinco il dado, sono motivato più che mai a redimermi: prima partita riesco a caricare una Pyromancer Ascension a 2 segnalini anche sotto Relic Of Progenituse, come scoperto a turno 5, questa carta in questo match up è davvero risolutiva.
Nella seconda partita ripropongo la stessa sidata e arriviamo a un certo punto dove ho un Crackling Drake 7/4 e il mio avversario a 15 senza mana disponibile. In questo scenario capisco davvero quanto sia incredibile il draghetto: in sequenza riesco a fare: Manamorphose, Thoughtscour, Faithless Loothing, doppio Lightning Bolte vincere in un turno sotto gli sguardi stupefatti miei e del mio avversario. 6-1.

Turno 8: Infect 2-0

Risultati immagini per blighted agent

Sono accoppiato di nuovo contro un amico, Gioele, noto giocatore di Infect.
Lo conosco bene e so quanto sia forte nel pilotare il suo mazzo, so che sarà una partita difficilissima benché credo che il match up sia leggermente a mio favore. Nella prima partita le cose vanno piuttosto lisce con lui in screw e una Thing In The Ice che si gira al terzo turno accompagnata da una fenice. Nella seconda partita è invece molto più complessa, dovendo girare tutto il tempo intorno ad un Dismemberche prevedo solo dopo un suo blocco su una Thing In The Ice con una Dryad Arbor; in questa partita sono molto fortunato a riuscire a girare subito Thing In The Ice durante l’unico turno in cui non avrà fonti di mana disponibili, altrimenti la sua Twisted Image distruggerebbe tutti i miei sogni di gloria.
All’ultimo attacco lui è con un mana blu disponibile, lo mando a tre e lui controlla un Blighted Agent con 5 carte in mano; sono sicuro che se lo lasciassi stappare avrei perso quella partita, quindi tento il tutto per tutto e casto Lightning Bolt scegliendo come bersaglio il mio avversario,  incrociando le dita: Gioele mi stringe la mano e sono in top8!
Appena comunico la notizia ai miei amici è un tripudio e io sono davvero in paradiso, un’emozione incredibile.

Turno 8: Bg Rock patta intenzionale.

Decidiamo di splittare il premio alla top8 ma ormai la coppa la voglio portare a casa! 4 giocatori rinunciano dopo ore di torneo estenuante a giocare la top8, quindi rimaniamo solo in 4 a contenderci il trofeo. In semifinale trovo di nuovo il ragazzo con spiriti di cui onestamente non ricordo molto la partita e in finale trovo Nicolò Fioletti con Humans, grande avversario e amico che finalmente riesco a battere dopo il sonoro 2-0 che mi aveva rifilato al regional PTQ la settimana precedente: riguardo questa partita potete trovare il coverage su twitch sul canale: https://www.twitch.tv/nebraskaswar_mtg

ANALISI DEL MAZZO:
Il mazzo si presenta molto quadrato e molto resistente alle carte contro il cimitero. Credo che la più grande difficoltà del mazzo sia la gestione del  dei peschini inerenti al quando tirarli, discorso di cui tengo particolarmente a parlare e che credo sia fondamentale per il buon funzionamento del mazzo, e adesso cercherò di riassumere le mie impressioni:

  1. Mai partire terra peschino se si ha una mano con Thing In The Ice da giocare  di secondo salvo che non si abbia la mano piena di magie e ci serva la seconda terra. Thing In The Ice richiede molte magie per girarsi, meglio conservarle per darle in pasto al mostro!

  2. Se abbiamo una fenice in mano, unFaithless Lootingg e una Serum Visions/Thoughtscour partire sempre con questi ultimi: infatti entrambe ci permettono di guardare 3 carte e con la prima manipolare la cima del mazzo per cercare la seconda fenice, con la seconda invece provare a mandarne una al cimitero. In entrambi i casi, se con l’effetto di pescaggio dovessi accidentalmente pescare la seconda, saremo pronti a scartarla con Faithless Looting

  3. Opt è il peschino più specifico dei 3 e quello che serve per cercare risorse specifiche nello stesso turno in cui le vogliamo (a differenza di Serum Visions) e senza rischiare di perderle (come con Thought Scour), quindi credo che Optsia il peschino da giocare per ultimo e con una precisa idea riguardo a cosa si voglia cercare.

Passiamo adesso ad una breve guida per la sideboard: la carta che meno mi ha impressionato è stata Ral, Vicerè Izzet [/mtg_cardx] in quanto credo sia forte solo contro mazzi di controllo e BG, ma non avendola mai sidata in 11 partite non posso giudicare appieno, semmai provatela e fatemi sapere anche in privato se davvero ne valga la pena!

Vs Burn:

-1 blood moon -1 pyromancer ascension – 3 gut shot

+2 dispel +1 spell pierce +2 abrade

Vs Hardened Scales:

-1 blood moon -1 pyromancer ascension -2 thoughtscour -1 fenice

+3 abrade +2 cerimonious rejection

Vs Hollow One

-1 blood moon -2 fenici -1 gut shot

+1 crackling drake +3 abrade

Vs Mono G Tron

-1 pyromancer ascension -3 gut shot -1 ascia folgorante

+2 cerimonious rejection +2 surgical extraction +1 blood moon

Vs mirror

-1 blood moon -3 gut shot -1 thoughtscour

+2 dispel +2 surgical extraction +1 spell pierce

Vs Bg midrange

-2 fenici – 1 thoughtscour

+1 blood moon +1 ral, vicerè izzet +1 crackling drake

Vs Grixis Deathshadow

-1 gut shot

+1 spell pierce

Vs Jeskai control

-1 fenice -2 thoughtscour -3 gutshot

+1 crackiling drake + 1 ral, vicerè izzet +2 dispel +1 spell pierce +1 bloodmoon

Vs humans

-1 pyromancer ascension -1 blood moon -2 thoughtscour

+3 abrade +1 anger

Vs Bant spirits

-1 pyromancer ascension -2 fenice -1 bloodmoon (a seconda se il Vostro avversario l’ha vista o meno in g1) -2 thoughtscour

+1 crackling drake +2 anger of the gods +2 abrade +1 spell pierce

Questo è tutto ragazzi, spero l’articolo vi sia piaciuto e vi invito a rivolgermi tutte le domande che vogliate riguardo al mazzo, credo che ancora non siamo arrivati ad una lista definitiva e credo che questo sia un mazzo decisamente divertente da giocare e davvero ben messo nel meta attuale! Prima di lasciarvi ci tengo particolarmente a fare una serie di ringraziamenti speciali:

A Guglielmo Famiani che mi ha ospitato la sera prima del torneo e che vince il pre ptq ultimate master come un cavallo e sbustando pure i soldi, che rotto!

A Toni Metta che mi ha prestato tutto il mazzo e che vince il draft organizzato in suo onore la sera prima per il suo compleanno, al viapiandalma stadium non si scherza!

A Biagio Cantone che è stato il primo a saltarmi addosso dopo aver vinto la finale e quasi fracassato la cassa toracica!

Ad Alessio Valentini, mio ex coinquilino che mi è stato vicino durante tutte le ultime partite condividendo con me tutta la tensione, forse anche di più.

A Matteo Bistazzoni, quello che dopo ogni partita mi veniva a fomentare e dare i suoi cinque malefici pieni di rabbia e che, mentre scrivo questo articolo, ha appena conquistato il pptq Empoli!

A Matteo Venturi, ormai veterano di questo gioco, amico di mille viaggi che mi ha sostenuto durante tutto il torneo.

A Cristiano Gargano che mi ha abbracciato come un padre dopo aver sentito l’annuncio della top8 col mio nome strappandomi quasi una lacrima, maledetto!

A Giulio Pasqui che nonostante il dispiacere di beccarsi al primo turno mi è stato accanto passo dopo passo fino alla vetta, dimostrandosi davvero sportivo oltre che un grande amico.

A Michele Francioni, che nonostante sia in Cina a fare i miliardi, anche quest’anno ha vinto il Nebraska’s War, come ogni anno!

A Simone “Doc” Corsi che propone subito il Mc di rito per festeggiare!

Ad Alessandro Amadio che fa sempre bitterblossom di secondo, anche durante i pre ptq limited.

Infine ma non per ultima alla mia ragazza Angelica, che mi sostiene, che mi supporta durante ogni trasferta, che sopporta questo mio “giochino” con grande pazienza e amore, che festeggia con me ogni vittoria e che mi conforta quando mi tocca consegnare l’ennesimo 0-2 drop. Ti amo, ti amo più di un fulmine topdeckato con l’avversario a 3 punti vita.

Grazie anche alla redazione di “Il Giocatore Medio Di Magic è Una Persona Bella” per avermi dato questo spazio! Ci vediamo in giro per la Toscana, un saluto a tutti e buone feste a tutti!

Alessio Fedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *